La sfida dell'anno: i mister scendono in campo

22 dicembre 2009 - Signori e signori benvenuti alla Colorno Arena, con i botteghini in sold-out già da settimane, e le schermaglie verbali che hanno preceduto la gara, questa sera la sfida fra mister si annuncia elettrizzante.
I verdi scendono in campo con la formazione tipo, un 1-2-2 che quest’anno ha dato grandi soddisfazioni con Maggio in porta, Greci in difesa, Comella e Chiesa a centrocampo, Gasparro e Palazzo in avanti. I senza casacca, favoriti dai pronostici tanto che la loro vittoria viene pagata dai bookmakers a 1,50, rispondono con un 2-2-1, Azzali in porta, Di Bella e Franzoni in difesa, Agnetti e Occozzoli le menti di centrocampo, Monica a far da boa in avanti.
Arriva il fischio d’inizio, ci siamo, parte la sfida dell’anno. Dopo i primi minuti di studio, la partita è bloccata sullo 0-0, squadra più tecnica e incisiva quella di Monica, più dinamica ma meno efficace i verdi di capitan Greci.
Siamo al 15’, con un’azione da manuale i senza casacca passano in vantaggio. Azzali cede la palla a Di Bella, passaggio filtrante per Occozzoli, il mister dei 1993 combina con 1-2 d’altri tempi con Monica (in sospetto fuorigioco), che a tu per tu con Maggio non sbaglia. Verdi-Senza casacca 0-1. Il goal di Monica cambia il volto del match, i Verdi vanno in barca e subiscono altri 5 goal. Si va al riposo sul 6-0.
La sfida sembra ormai chiusa, i Verdi perdono anche Greci. Parte il secondo tempo. I Verdi non ci stanno, continuano a correre e a giocare come se si fosse ancora in parità, al 7’ arriva la svolta, palla a Comella che scambia con Gasparro, d’esterno trasmette la palla a Palazzo che un pallonetto trafigge Azzali, i verdi accorciano le distanze.
Il calcio è imprevedibile, ora sono i senza casacca ad essere alle corde, segna Gasparro, poi arriva la doppietta di Comella, Palazzo ne mette dentro altre due e riporta il risultato in parità: 6-6. I minuti passano inesorabili, sembra di essere sul set cinematografico di “Fuga per la vittoria” o “Quella sporca ultima meta” , con il risultato bloccato sul 6-6 arriva la palla a Comella, d’interno destro la cede a Palazzo che fa partire un cross a rientrare, Chiesa in mezzo all’area non indugia e in rovesciata, stile album Panini, incontra la palla, la rete si gonfia, Azzali è battuto. Termina la partita i Verdi vincono 7-6….si tinge di verde il cielo sopra Colorno.
Ma cosa succede? Suona la sveglia…. Noooooo non era vero niente, solo un sogno. Niente rimonta, riente goal in rovesciata… ma cosa è successo realmente?
La partita è stata bella, divertente e a tratti anche ben giocata. I mister dimostrano di saperci ancora fare con la sfera ad esagoni. Il risultato finale, che non è mai stato in discussione, è stato di 8-5 per i senza casacca. La parte del leone l’ha fatta Monica, che da bomber di razza ha insaccato per sei volte.
Alla fine, bicchierata e tanti auguri, sperando che la partitella di fine anno diventi un rito! Auguri di buone feste a tutti.